per dare una scossa vera, smantelliamo l’inps

1 minuti di lettura

Title: Per dare una scossa vera, smantelliamo l’INPS author: Brunello Menicucci tags: politica type: post

Non per dire ma gli #80euro di Renzi, insieme all’annunciata riduzione dell’IRAP, assomigliano più a un placebo che a una cura vera: in effetti, anche se è presto per dirlo, i consumi interni sono ancora fermi al palo e le aziende soffrono ancora la competizione.

Smantelliamo l'INPS!

Una consistente riduzione degli oneri fiscali a carico delle aziende è fondamentale ma non bisogna dimenticare gli oneri sociali che, nel conto del costo del lavoro, costituiscono un elemento importante. E allora, pur consapevole che questo è un esercizio di fanta-economia, una soluzione potrebbe essere la soppressione dell’INPS. Detta così sembra di averla detta grossa, ma vediamo in dettaglio il quadro che ne deriverebbe:

  • l'INPS dovrebbe congelare la situazione a una certa data, gestendo quanto accumulato per continuare ad erogare a chi ha versato;
  • della quota di oneri sociale a carico delle aziende, queste dovrebbero versare solo una piccola quota a titolo di assistenza, riducendo quindi il carico fiscale in modo significativo;
  • ai dipendenti si darebbe l'intera retribuzione (dedotta una quota pagata a titolo di assistenza);
  • ognuno potrebbe scegliere la soluzione previdenziale preferita (che dovrebbe essere obbligatoria) Le aziende, dunque, vedrebbero ridotto il proprio carico fiscale, con un beneficio indubbio in termini di competitività. I dipendenti avrebbero a disposizione una somma consistente in più da destinare in parte alla previdenza (sicuramente più efficace) e per il resto da gestire come credono. I fondi pensione, finalmente, potrebbero uscire dal limbo in cui sono stati relegati e decollare. Una soluzione vantaggiosa per tutti, tranne forse per l'INPS.... ma come disse Enrico il Grande "Parigi val bene una Messa". © 2014 Brunello Menicucci

Ultimo aggiornamento:

Lascia un Commento